venerdì 28 luglio 2017

Escursionismo in Valtournanche.

27 luglio 2017 - q. 2650 ca. verso Tantanè.
Da Artaz m. 1730.

Non avendo ancora recuperato le energie spese 2 gg. fa, ho pensato di fare una gita breve.
Preso però il sentiero sbagliato mi sono trovato sull'itinerario del Tantanè.
A questo punto ho deciso di proseguire, ben sapendo che non sarei stato in grado di raggiungere la meta.
Mi sono fermato alla base del ripido pendio finale.
Nonostante la brevità del percorso mi sono stancato tantissimo.
Tempo con cielo appena velato e temperatura ideale.
Non ho incontrato nessuno.




Tantanè.

Zerbion dal sentiero di salita al Tantanè.

Farfallina.

Rientro ad Artaz.

Traccia.

mercoledì 26 luglio 2017

Escursionismo in Valchisone.

25 luglio 2017 - Colle Albergian m. 2713.
Da Laux m. 1350.

Ho voluto tentare una gita lunga, per me, per provare cosa riesco ancora a fare.
La gita è lunga ma la strada iniziale sale con andamento né troppo ripido né troppo docile.
Il sentiero successivo poi è bello e si cammina bene.
Esperimento riuscito: ho faticato meno che in recenti gite più brevi.
Tempo bello con sole abbastanza caldo.
Purtroppo c'è stato vento tutto il giorno, con folate anche violente, e abbastanza freddo.
Soprattutto nella parte alta il vento era contrario e mi rallentava.
Nell'ultima mezz'ora di salita dovevo abbassarmi e tenermi alle pietre per non essere scaraventato a terra.
Arrivato al colle non mi sono potuto fermare e sono sceso immediatamente.
Visto solo 2 ragazzi, che stavano scendendo, ed una giovane coppia di francesi che mi ha superaro all'inizio della gita e che,  fuori dal bosco, riuscivo a vedere non molto lontano.
Nell'ultimo tratto si sono fermati,  dietro un masso, per ripararsi, così li ho superati.
Li ho rivisti, mentre rientravo, e loro salivano per attraversare a Pragelato.
Mi hanno fatto un sacco di complimenti.
Sono arrivato all'auto stanco ma soddisfatto.



Fontana caratteristica in 3 pezzi.

Lassù il colle con, a siistra, la Fea Nera.

Mi sto avvicinando.

Eccomi.

Fiori.

Stelle alpine.

Fea Nera.

Le 2 punte dell'Orsiera, La Malanotte, La Crstalliera e Rocciavrè.




Scultura nel bosco.

fiori.





Traccia.




domenica 23 luglio 2017

Escursionismo in Val d'Ayas.

22 luglio 2017 - Colle Palasina (2668) e Laghi Palasina.
Da Estoul m. 1815.

Salito prima ai laghi Palasina ed al Colle Palasina.
Di li ho preseguito sulla cresta che porta al Corno Bussola rinunciando a q. 2750 perché, per me, si faceva troppo tardi.
Sceso al Lago Pocio (2487) sono poi risalito al Lago lungo (2650) ed al piccolissimo e pittoresco colletto posto sopra al Lago Bringuez (2664).
Sceso per l'esposto e ripido sentiero al lago (2579).
Sono poi sceso fino in fondo al vallone per risalire e raccordarmi al sentiero di salita, facendo così un bel giro.
Al parcheggio di Estoul c'era il pienone, diretto dal personale del Comune di Brusson e  dai volontari del comitato organizzatore di una manifestazione, della durata di 2 giorni,  creata per il lancio e la sponsorizzazione di un libro ( mi sembra IL LUPO DELLA FORESTA) scritto da un autore locale. La manifestazione si è svolta in una radura nel bosco che sovrasta il parcheggio.
Mentre scendevo facevano una gran festa.
Molti hanno piazzato le tende nel bosco circostanre.
Tempo bello e fresco per tutto il giorno.
Soltanto sulle punte più alte si sono formati dei nuvoloni.
Bella gita.
Stanco ma felice.




Laghi Battaglia.

Lago di Bringuez.

id.

Ponticello.

Presso il Colle Palasina.

Colle Palasina con la Gran Cima e Cima Perrin nel Vallone di Mascognaz.

Corno Vitello e l'inizio della traccia che va alla Cima Palasina.

Vallone di Mascognaz.

Laghi Battaglia.

La cresta che sale al Corno Bussola dal Colle Palasina.

Colle Palasina.

La Bringuez.
In fondo le Dame di Challant.



Il colletto dal quale si scende al Lago Bringuez.
traccia

                                                    





Link per you tube:                                                 

https://youtu.be/z--FylBZc5E

mercoledì 19 luglio 2017

Escursionismo in Val d'Ala.

18 luglio 2017 - Lago di Afframont m. 1986.
Da Balme m. 1408.


Speravo di fare una gita con mio cugino Giorgio, con il quale avevo cominciato anni fa la mia vita di gite in montagna,  ma quando sono arrivato a casa sua ho avuto la sorpresa che non mi poteva acccompagnare.
Allora sono partito solo come ormai sono abituato a fare.
Gita breve perchè le previsioni del tempo davano temporali nel pomeriggio.
Anche questa volta il meteo ha fallito.
Nuvolo ma senza pioggia.
Mentre la scorsa settimana si è verificato il contrario con previsioni di pioggia assente ma io mi sono preso il temporale.
Mentre salivo ho incontrato l'altro mio cugino Roberto che stava già scendendo.
Incrociato una decina di persone.
Bello il lago ma, senza sole, non mostra tutta la sua bellezza.



Tute le foto sono relative al lago.







video

domenica 16 luglio 2017

Passeggiata in Valle Orco.

15 luglio 2017 - Borgata Sassa m. 1353 - Retro cascata di Noasca m. 1058.
Da Noasca m. 1000.

Con Enza.
Semplice passeggiata per vedere la caratteristica borgata sul sentiero che va al Rifugio di Noaschetta e ad osservare  dal retro la Cascata di Noasca.
Tempo bello con sole caldo ed aria fresca.
Nessun altro sul percorso.
Poi, passeggiata sul lungolago di Ceresole.
Naturalmente qui c'era il mondo.



La cascata.

Id.

Id.

Id.

Borgata Sassa.

Id.

  
Nei pressi della borgata.
 link di 3 brevi filmati della cascata.




           

venerdì 14 luglio 2017

Escursionismo in Valle Orco.

13 luglio 2017 - Colle di Nel m. 2551.
Da Chiapili di Sotto m. 1667.

Sempre molto bello l'ambiente della Valle dell'Orco.
Finalmente un'intera giornata di bel tempo.
Sole caldo e arietta fresca.
Mi sarebbe piaciuto salire alla Cima delle Fasce ma ormai era troppo tardi e fare 300 mt. di salita e discesa su terreno accidentato mi avrebbe portato via troppo tempo.
Parecchie persone sul percorso, compreso una coppia di francesi.
Salendo ho visto un cucciolo, probabilente di stambecco, ma non ne sono certo.
Capriolo non era perchè non aveva il caratteristico ciuffo bianco posteriore, cerbiatto nemmeno perchè non è zona di cervi, e non mi sembrva neanche un camoscio perchè non aveva il comportamento di fuggire ma solo di allontanarsi. 



Levanne e centrale elettrica.

Courmaon e Cuccagna.

Centrale elettrica e rifugio Jervis.


Cima Fasce Bocchetta di Nel e Levannetta.

Levanne.

Lago di Ceresole.

Il colle.


Bocchetta di Nel.

La piana paludosa dietro il rifugio.

Acqua limpida.

Laghetto per la centrale.

Cappelletta.

Il rifugio Jervis.